Il mondo è un regalo per l’uomo

Guardando bene la natura, prendiamo coscienza della bellezza dell’esistenza.
Quando l’uomo osserva la natura, gli animali, il cielo, le stelle, la luna, capisce che per lui tutte queste cose sono piene d’insegnamenti nello stato di veglia.
Noi possiamo paragonare il mondo a un regalo prezioso nelle mani di un bambino. Il bambino maldestro non è cosciente della sua ricchezza e del valore che ha tra le mani così, molto presto lo farà cadere frantumando il tesoro affidatogli.
Gli esseri umani a volte abbandonano la ricchezza della conoscenza che permette loro di gestire il mondo nell’unità consumando l’energia nelle guerre, nell’odio e nel profitto a spese di altri. Dio ha dato la vita all’uomo come ha fatto con Adamo e Eva donando loro il Paradiso, ma l’uomo non capisce il motivo della sua esistenza, si perde e dimentica che Dio gli ha regalato tutto quello di cui ha bisogno.

Il bambino deve diventare grande per comprendere il valore del dono che gli è stato fatto.

Per svegliarsi dal sonno in cui dimora l’uomo deve apprendere a guardare la natura e meditare sul motivo della sua esistenza che è l’uomo stesso visto, che la natura è stata creata per lui.
Meditando sull’acqua ad esempio, egli può aumentare la sua energia interiore e essere consapevole di se stesso. L’uomo è la sola creatura che domina, trasforma e utilizza l’acqua per tutto quello di cui ha bisogno.

Un altro esempio, meditare sugli alberi, l’uomo comprende che non può vivere senza le piante che creano ossigeno e contemplando una foresta l’uomo può sentire dentro di se la potenza, l’energia e la pace che quest’elemento emana.
Meditando su ognuno degli elementi della natura, sul ruolo e le capacità delle diverse specie, l’uomo apprende a conoscersi, a lavorare per diventare l’Uomo con la “U” maiuscola e non essere più animale.
Deve comprendere quello che lo distingue dal regno animale e perfezionare le qualità tipicamente umane.
Se l’uomo vuole esplorare il cielo, scoprire quello che è lo spazio, l’universo, le stelle, il sole, deve esplorare le materie prime che sono sulla terra.

Allo stesso modo per elevarsi interiormente, l’uomo deve osservare e meditare sulle leggi della natura, sforzandosi di capire ciò che lo circonda, le sue relazioni sociali, la sua vita professionale etc…
La meditazione non è un metodo per fuggire dalla vita materiale ma è un procedimento per comprenderla e dominarla.
La meditazione permette all’uomo d’essere responsabile, umile e flessibile allo scopo di vivere in armonia e non soccombere ai desideri che portano all’egoismo, allo sfruttamento, al furto, all’eccesso e quindi alla sua sconfitta.

Meditare significa rendere limpido il proprio spirito e chiare le proprie idee.

I grandi uomini di Dio, i profeti, i saggi, gli illuminati da secoli dicono tutti le stesse parole allo scopo di guidare gli uomini verso la pace.
Imparare a conoscere il mondo vuol dire imparare a conoscere noi stessi poiché noi siamo tutto e tutto è in noi. La meditazione permette all’uomo di capire che quello che esiste all’esterno, esiste anche all’interno di se stesso e che lui incarna tutto ciò che esiste sulla terra.
Dunque, l’uomo ha le capacità di raggiungere ogni luogo, le profondità marine e terrestri, di spingersi verso le quote più alte fino a viaggiare nello spazio, egli può nuotare sott’acqua come i pesci, vogare come un’anatra, volare come gli uccelli, esplorare le terre come gli insetti etc…L’uomo è la creatura più elevata della creazione.

Ogni cosa parla ma forse tu non riesci a sentirla?

Noi v’invitiamo alla nostra scuola il “Tempio del Sapere”, per proporvi delle tecniche di meditazione così che anche voi possiate apprendere a conoscervi. Il nostro Tempio è anche un luogo d’incontro di ricercatori per incoraggiarsi a vicenda nella via.
La scuola è aperta e accessibile a tutti, anche se voi siete lontani geograficamente. Il nostro scopo è quello di portare la pace, l’armonia, l’equilibrio nei cuori degli uomini e noi non aspettiamo altro che sincerità.

Buongiorno, questo secondo video ha come fine il mettere in evidenza l’importanza della meditazione spiegandone lo scopo.
La casa ha bisogno d’essere organizzata, pulita e spazzata.
Una volta fatte le pulizie nella casa noi stessi ci sentiamo puliti e a nostro agio, ogni cosa è al suo posto e questo ci permette di sentirci bene nel nostro spazio vitale.
Organizzare, mettere tutto al proprio posto, pulire, spazzare, lavare è proprio del comportamento umano e questo non è altro che l’espiazione.
Adottando questo comportamento ci sentiamo liberi e autonomi.
Meditare significa fare ordine, pulire, e sistemare l’interiore, bisogna ben capire questo concetto se decidiamo di iniziare un lavoro di meditazione.
Per esempio se abbiamo dei problemi nel nostro ambiente lavorativo o con la propria famiglia, è necessario occuparsi del proprio interiore organizzando tutti i pensieri e le emozioni che vi abitano.
Al posto di stressarsi, innervosirsi per qualche cosa che ci preoccupa, si deve prendere il tempo di mettere ordine nell’essere interiore.
Se non siamo abituati a occuparci del nostro interiore sarà più facile essere coinvolti dalle emozioni esterne con il risultato d’essere stressati, nervosi e preoccupati.
Al contrario meditando spesso, al posto d’incolpare gli altri per qualche cosa che ci infastidisce, accogliamo gli eventi in modo diverso, questo perché abbiamo già previsto un posto dove piazzare questo nuovo problema.
Avendo l’abitudine di non occuparsi mai del proprio interiore, possiamo arrivare anche al suicidio, mentre l’uomo ha le capacita di risolvere ogni problema.
Dio a creato le materie primarie e ha dato all’uomo le capacità d’organizzare la natura, questo permette la continuità dell’esistenza.
L’uomo nel corso della vita incontra difficoltà e problemi ma ha la capacità d’affrontarli e risolverli, le difficoltà sono per l’uomo degli esercizi che gli permettono di crescere e migliorarsi, quindi il suicidio è come dimenticarsi per anni di pulire la propria casa, in questo modo insetti, la sporcizia, la polvere, finiranno per invadere il posto rendendolo inabitabile.
Allo stesso modo se facciamo attenzione alla pulizia del nostro corpo questo limiterà la possibilità di malattie, cattivi odori ecc…
La meditazione quindi è essenziale alla vita umana, essa permette di vivere in modo indipendente, liberi e sereni, permette all’uomo d’affrontare in modo diretto i suoi problemi senza chiudersi nella paura.
Alcune persone hanno paura d’impegnarsi, avere delle responsabilità quando questo permette di vivere veramente e di crescere.
La vita non è semplicemente mangiare, lavorare, riprodursi e dormire, la vita è sempre organizzare e educare se stessi fino a sentire veramente la propria esistenza, essere autonomi e provare piacere nel vivere semplicemente.
La morte non significa solo, non sono più qui, la morte permette d’avere altre vite perché la vita si nutre della morte, quello che chiamiamo, la distruzione creatrice, che è il ciclo della vita.
Gli esseri viventi si nutrono di vegetali e animali morti, la vita e la morte sono quindi strettamente legate.
La meditazione permette anche di vedere il mondo con più distacco, e capire più a fondo la nostra esistenza, la meditazione regala all’uomo il vero amore, l’uomo e l’amore sono come la vita e l’acqua è l’energia presente in ogni cosa.
L’amore spinge l’uomo dandogli il coraggio e la forza nell’impegno, la vita non è altro che l’amore e l’amore é il principio stesso della creazione.
Meditare ogni mattina al risveglio e ogni sera prima di dormire almeno cinque o dieci minuti, permette all’uomo di rispettare se stesso, di sentirsi esistente, di rimettere le cose al loro posto e non farsi invadere da idee o sentimenti funesti e distruttori, questo permette all’uomo d’impegnarsi e avere nuove idee per organizzare il mondo nell’amore della creazione.
Grazie a presto con un prossimo video