HAM HAM

 

La conquista del sapere è un dovere per l’uomo poiché è proprio il sapere che gli dona la supremazia sulla creazione.
Essa è una conquista incessante come mostrano le parole “Ham Ham” che significano “Sapere e continuare a Sapere”.
Il campo d’azione del sapere è infinito poiché è un tesoro inesauribile. Man mano che si avanza su questo sentiero infinito si raccolgono pietre sempre più preziose e questo all’infinito.
Qualsiasi sapere è primordiale soprattutto perché ci permette di gestire tutte le cose, di possedere il controllo di ciò che è governabile e di prevedere ciò che non lo è (Allah).
La conoscenza del funzionamento dell’automobile, ci permette d’utilizzarla in modo che possa servirci ed esserci utile, ma se vogliamo utilizzarla alla cieca con ignoranza non potremo usufruire della sua utilità provocando senza dubbio degli incidenti stradali.
Dunque mancando il sapere non possiamo usufruire correttamente dell’automobile. L’ignoranza della guida può condurre a dei disastri irreparabili come dice il proverbio: “L’ignorante caparbio è il responsabile di tutti i mali”.
Al contrario una buona conoscenza della guida permette di far avanzare il mezzo senza difficoltà: “Un procedere consapevole di procedere è il motore del procedere”.
Se l’automobile avanza siamo noi che avanziamo, se si ferma siamo noi a fermarci.
L’automobile è un mezzo di spostamento e chi dice spostamento dice avanzamento e chi dice avanzamento dice sviluppo, il filo conduttore di questa nostra epoca.
L’uomo non deve soltanto concentrarsi sulla ricerca del sapere che riguarda solo il mondo materiale ma anche sulla conoscenza di se stesso.
Oh Uomo! Tu sei l’essere che dà inizio. Tutti coloro che saranno tuoi alleati conosceranno la vera grandezza ma tutti quelli che non riconosceranno la tua grandezza saranno impotenti in tutti i sensi, in ogni luogo, in ogni tempo.
Il mondo d’oggi grazie alle nuove tecnologie, allo sviluppo scientifico etc. è molto diverso dal mondo del passato. In altre parole, posti che potevamo raggiungere solo dopo mesi di viaggio, oggi sono raggiungibili in poche ore o grazie alla tecnologia oggi possiamo parlare e vedere qualcuno che si trova a migliaia di chilometri da noi.
Possiamo però dire che le scoperte dei contemporanei sono superiori a quelle dei loro predecessori? Evidentemente no, è solo che dato un gradino una volta salito, il nuovo è più avanzato di quello che lo ha preceduto. Le scoperte anteriori sono le basi, le fondamenta delle scoperte d’oggi. Quindi, per tutti i sapienti la gestione, la regolamentazione e i progressi del loro tempo erano un obbligo.
Per un certo numero d’anni la malaria è stata curata con una medicina chiamata Nivaquine e adesso è curata con l’ACT una nuova medicina molto più efficace. L’ingegnere che ha creato il treno ad alta velocità è più valido di colui che ha concretizzato il treno?
L’inventore del telefono fisso è meno esperto di quello che ha inventato il cellulare?
Quello che ha creato il battello è più competente di colui che che creò le caravelle nel XV e XVI secolo?
L’inventore della macchina è più influente del suo collega che creò il carretto per ridurre le sofferenze della gente del suo tempo?
Il profeta dell’anno x è più dotato dei suoi predecessori?
Non si tratta di superiorità poiché per confrontare due elementi, non bisogna solo tener conto della loro utilità ma anche del periodo storico nel quale sono stati creati, l’essenziale è considerare l’origine, l’esigenza, i mezzi e l’utilità che hanno avuto nella loro epoca.
Questo spiega il susseguirsi dei profeti e dei sapienti rispettivamente con le loro diverse religioni e le loro diverse scoperte, ognuno dei quali ha cercato delle soluzioni ai problemi del popolo della sua epoca.
Oggi tocca a noi l’onere e soddisfare le esigenze delle società di questa nostra epoca.
Tentare a risolvere gli attuali problemi utilizzando i vecchi rimedi, equivale ad utilizzare una medicina scaduta per curare un malato che invece di trarne beneficio ne sarebbe danneggiato gravemente. Lo stesso è di una medicina utilizzata per un determinato male, una volta che il male e scomparso è inutile continure a utilizzarla se non vogliamo aggravare la situazione.
Questa immagine spiega i problemi d’oggi legati alla religione.
I sapienti religiosi non fanno altro che presentarci dei rimedi sorpassati invece di cercare e trovare nel loro profondo delle soluzioni ai loro mali. Le leggi antiche delle religioni attuali furono stabilite dai santi per rispondere ai bisogni della loro epoca.
Ci domandiamo, perché il sapiente religioso contemporaneo non ha fiducia nel suo sapere e non cerca delle soluzioni utili ai problemi della sua epoca?
I profeti sono dei pionieri della via divina simili agli intellettuali del tempo. Noi dobbiamo quindi studiare quello che che hanno portato nella loro epoca con lo scopo d’ispirarci e rispondere ai problemi della nostra epoca.
Ecco perchè Dio ci autorizza a imitare i nostri profeti. Non dobbiamo pensare che loro sono più perfetti di noi al punto di rinunciare a essere come loro. Se diventare come loro è impossibile allora perchè Dio ci dice d’imitarli e seguire il loro esempio?
Perche allora i profeti ci incoraggiano a seguire la loro via?

“I sapienti sono i successori dei profeti”.

Oh Uomo! Non limitarti, sappi che colui che ti ha scelto come Khalife (rappresentante) riconosce la tua grandezza e quindi non sottovalutarti.
La supremazia dell’essere umano sulle altre creature è incontestabile. In effetti, Allah ha ordinato agli angeli d’inginocchiarsi davanti a Adamo e tutti hanno obbedito, solo Satana ha rifiutato sostenendo di essere stato creato a partire dal fuoco mentre Adamo è stato creato dall’argilla, affermando così d’essere molto più evoluto dell’uomo, quest’affermazione lo ha confinato nell’ultimo posto.

In cosa la saggezza dell’uomo è superiore a quella degli angeli?

Il Signore ha concepito l’uomo e lo ha inviato sulla Terra così se tu doni un seme alla terra lei lo moltiplica.
Questa è la ragione per la quale Dio ha tolto agli angeli la loro superiorità dopo un periodo di lodi e adorazioni non produttive per concedersi ad Adamo e alla sua progenie quindi all’uomo. In effetti tra tutti i centoventiquattromila profeti che hanno fornito le religioni necessarie alle loro generazioni, nessuno fra loro è un diavolo o un angelo.
Così le profezie, segni della fiducia divina, della saggezza e della grandezza sono state distribuite tra Adamo e la sua discendenza.
L’uomo ha partecipato alla concretizzazione di quello che Allah gli ha affidato.
Per esempio, per fabbricare un aereo, l’uomo ha bisogno di materie prime che troverà allo stadio primitivo, lui trasformerà questi materiali per creare una macchina capace di volare.
Un bambino che lascia l’ambiente interno per quello esterno deve adattarsi al nuovo ambiente per poterci vivere.
Questa è la ragione per cui la religione pur essendo un frutto divino, racchiude degli insegnamenti che permettono agli uomini di risolvere i problemi della popolazione.
In effetti ogni religione è composta da una parte denominata Farata (obbligatoria) istituita da Dio e un’altra chiamata Sounna (volontaria) creata dall’uomo.

Esempio:

1) Per quello che riguarda le abluzioni, al di fuori di quello che Dio ci ha ordinato di lavare, il resto è stato aggiunto dal Profeta Mohamed (SAWS).
2) Nel momento in cui Dio ha ordinato al profeta Mohamed (SAWS) di fare cinquanta preghiere ogni giorno, lui ha osservato le capacità dell’uomo per poi ridurle a cinque.
3) Al tempo del profeta Mohamed (SAWS), la popolazione ignorava l’esistenza della tensione arteriosa, quindi i pellegrini non si sottoponevano ad una visita medica per verificare il loro stato fisico per poter onorare i cinque pilastri dell’Islam, tuttavia ai nostri giorni la situazione ce lo impone.
4) Il conflitto Israeliano-Palestinese ci ha obbligato a sospendere il pellegrinaggio che veniva fatto a Gerusalemme.

Quindi la pratica e cioè tutto quello che è raccomandato dal Potentissimo può essere modificata dai profeti di una determinata epoca e dai sapienti della religione per permettere agli adepti di poter obbedire ai regolamenti nelle migliori condizioni.

Domande:

1) L’automobile è più necessaria della casa?
2) Le vitamine sono più utili delle proteine?
3) La matematica è più importante della filosofia o la sociologia?
4) L’occhio è più prezioso che l’orecchio?
5) Il profeta è superiore al sapiente?

Il raffronto deve essere sempre fatto con elementi comparabili, non possono essere paragonati elementi che hanno utilità differenti poiché ogni elemento ha una funzione specifica.
In effetti essendo l’organo della vista l’occhio anche se prezioso non può sostituire l’orecchio o la lingua, il contributo dell’acqua contenuta nell’organismo non è sostituibile con un altro alimento qualsiasi.
Non si tratta quindi d’inferiorità o superiorità. ma di recitare un ruolo secondo la specificità del posto e del periodo storico dell’esistenza umana, che subirà dei cambiamenti attraverso le generazioni future.
Tutte le innovazioni sono causate da un cambiamento e visto che siamo mortali noi saremo sostituiti da altri che realizzeranno nel periodo della loro esistenza cose che sostituiranno le nostre.

L’ESSERE DELLA CONTINUITA’:

L’uomo è diverso dalle altre creature per la sua visione progressista.
Nel corso della sua vita tende sempre al cambiamento a seconda delle sue esperienze o delle conoscenze che ha raggiunto. Ottenebrato dal cambiamento, l’uomo lascia sempre un progetto che sarà realizzato dopo di lui e questo fa sì che le epoche si succedano una dopo l’altra.
Tutte le cose si apprendono poco a poco e ad ogni passo abbiamo una visione o un sapere che non avevamo prima, è la concretizzazione di questo che lo spinge a un’eterno cambiamento.
Tutto il sapere è emanato da Dio. In effetti, Allah sostiene: “Sono io che dono il sapere, sono io che fa conoscere all’uomo quello che conosce”.
Si tratta quindi di un sapere che non conosce confini poiché è emanato da una sorgente inesauribile.
Perché allora siamo d’accordo sullo sviluppo delle scienze mondane e siamo reticenti alla crescita di quelle divine?
Non impegnarsi nell’accrescimento delle scienze divine a favore di quelle mondane equivale ad ucciderle. Omar Boun Khatab (RA) ha molto cambiato la religione.
Durante il suo regno, dopo aver studiato le situazioni ed essersi confrontato con i molti problemi del suo tempo, cambiò la pratica di molte regole.
Un esempio, le preghiere volontarie (naafila) durante il periodo del mese del ramadan che una volta erano fatte in solitudine attualmente sono fatte in gruppo.
Oppure una volta che ebbe constatato che gli uomini abusavano del diritto d’utilizzare il matrimonio temporaneo, lo vietò.
Vedendo che gli uomini si rifiutavano di andare alla guerra e quando gli si chiedeva il perché rispondevano “Noi andiamo alla migliore delle azioni che è la preghiera” lui vietò anche la ripetizione della frase che veniva recitata nel corso dell’appello alla preghiera: “Hayy allal khayril amala” che significa “Venite per la migliore delle azioni”.
Queste regole non erano un problema ai tempi del profeta, ma questo non impedì a Omar di modificarle e adattarle alle esigenze del suo tempo, Omar aveva capito il ruolo di un Khalife (rappresentante).
D’altronde, il fatto di liberare uno schiavo era un atto d’adorazione, ma ai nostri giorni come potremmo beneficiare di quest’atto che appartiene al passato?
Il presente ignora queste pratiche del passato e il presente possiede modalità che il passato non ha conosciuto come ad esempio donare il sangue.

La religione è un prodotto destinato all’uomo poiché quello che insegna o ispira non può essere accolto che dall’uomo, la bontà, la giustizia, la generosità, la clemenza, la saggezza……non possono essere inculcate e concretizzate che dall’uomo.
Per questo motivo la Guida Cheikh Baba Sy dice: “Yallah dou Yallah wayé lou waral Yallah moy Yallah”.
Se la medicina si occupa del corpo, la religione è destinata alla cura dell’anima.
Ai nostri giorni le malattie che la insidiano sono molte, più numerose e gravi del passato è per questo che i dotti nella religione devono trovare delle nuove strategie e elaborare delle nuove leggi per fronteggiare i mali che soffocano l’anima.
In caso contrario, il Salvatore potrebbe essere spietatamente massacrato, annechilendo la sua esistenza.
Da quando la medicina ha scoperto che i microbi hanno la capacità di mutare per minaccire le difese dell’organismo, ha creato delle medicine per combattere i nuovi aggressori.
Così abbiamo visto che il cambiamento del contenitore dipende sempre dal contenuto. Ogni volta che la squadra avversaria cambia di gioco, si deve cambiare il proprio per essere sempre pronti al contrattacco. Questo è il ruolo dell’alenatore nell’ambiente dello sport, il generale nell’ambiente militare e del sapiente nel campo della religione. In effetti la grandezza di un maestro dipende dal suo livello pedacogico che permette ai suoi allievi di poter uscire da ogni situazione possibile. Il risveglio permette all’uomo d’innalzarsi a un livello intellettuale avanzato che gli permette di distinguere i diversi settori della sua esistenza affrontando eventuali difficoltà

1) Ogni pietanza ha le proprie qualità che c’impongono un modo per consumarla (Brodo-Insalata).
2) Ogni luogo ha la propria particolarità che esige un’attitudine all’adattamento per poterci vivere (Mare-Foresta).
3) Ogni avversario ha la propria tecnica che ci obbliga a migliorare la nostra strategia di difesa (Serpente-Leone-Uomo armato-Microbo-Satana).
4) Ogni epoca ha le sue proprie realtà diverse da quelle del passato che il futuro non conoscerà. Il popolo chiede delle leggi stabilite da sapienti adatte ai loro bisogni.
5) Ogni epoca ha procurato all’uomo delle conoscenze che dovrà manifestare attraverso il suo comportamento e le sue realizzazioni.

Oh! Uomo, sappi che un rappresentante deve sempre avere le caratteristiche di colui che rappresenta.
Dio è illimitato, è il Sapiente sempre pronto a rinnovare, sostenendo lo sviluppo senza fine.
Sappi che è la visione progressista che ti ha permesso d’ottenere il grado di rappresentante di Dio sulla Terra a scapito degli angeli.
Tu sei la forza esteriore di Dio e il Potentissimo è la forza interiore.
Lui non si è mai separato da te quendi non accettare di separarti da Lui.
Tu sei il suo utensile di lavoro, rimani sempre in buono stato per fare in modo che LUi possa eseguire il suo programma attraverso di te.

Insegnamento dispensato dalla guida del “Tempio del Sapere” Cheikh Baba Sy l’architetto della Mahrifa.