L’Uomo e la societa’

 

 

L’UOMO E LA SOCIETA’

 

La voglia di conoscere meglio, comprendere e apprendere queste dovrebbero essere le preoccupazioni di ognuno. Questa vasta ricerca fondamentale è ostacolata da molti problemi sociali: povertà, guerre, corruzione, appropriazione indebita, furti, stupri, ribellioni, migrazioni, tradimenti, menzogne…………solo per citarne alcuni.

La società ha influito su di noi nella misura in cui si aspetta da noi alcuni comportamenti che hanno delle conseguenze importanti nelle nostre vite. Per esempio, quello che ci si aspetta da noi è di avere un lavoro, comprare una casa, dei vestiti, un’auto, che noi ci facciamo una famiglia, etc.
In effetti, per vivere in comunità l’uomo deve avere delle leggi che non sono solo legali ma anche sociali. Le società del mondo intero conoscono molti cambiamenti che tendono a fuorviare l’uomo per quanto riguarda il suo ruolo e il suo valore. Non sapendo più cosa sia bene o male, non padroneggiando le conseguenze dei suoi comportamenti, l’uomo si allontana dalla via che gli porta la pace, il suo spirito si rabbuia e soffre anche se la vita gli dà tutto quello di cui lui ha bisogno materialmente. Forse l’uomo dovrebbe prendersi del tempo per isolarsi un po’ per ritrovare il suo interno, incontrare la sua vera natura e ridare un senso e il giusto valore alla sua vita. Soltanto dopo aver chiarito le sue idee su quello che è e cosa deve fare che l’uomo placare se stesso e calmare il mondo.

Per questo motivo l’uomo deve più che mai lanciarsi alla ricerca delle sue origini, delle sue qualità, delle sue capacità, delle sue responsabilità e del suo ruolo nel mondo e nella società.

Egli può interrogarsi su più aspetti della propria vita:

Chi sono?
Cos’è che fa in modo che io pensi e senta la vita?
In che maniera la società mi trasforma?
Che tipo di persona voglio diventare?
Come devo comportarmi con gli altri?
Perché?
Sono libero?
Sono solidale con il mio prossimo?
Perché dovrei esserlo?
Cos’è che mi differenzia dagli altri uomini?
Cos’e che mi differenzia dagli animali?
Come scoprire e realizzare la mia vera natura?
Come fondere il mio modo d’essere con le mie idee?
È possibile che io sia totalmente maestro di me stesso?
Sono ben cosciente che un giorno non sarò più in questo mondo?
Perché esisto?
Qual è l’utilità del mio passaggio sulla terra?
Come vivere in pace?
Devo cercare aiuto?
Perché soffro?
Perché sono in collera?
Come vivere correttamente nella società?
Come riuscire a vivere in pace con se stessi e con gli altri?

Confrontato alle altre creature l’uomo è completo, è tutto, è la somma di tutta la creazione. I suoi poteri fisici (esteriori) e intellettuali (interiori) sono vasti e gli permettono d’agire efficacemente secondo la sua volontà.

Noi diciamo che l’uomo è il rappresentante di Dio sulla terra.
Quindi ha un compito enorme da esaudire se vuole provare a comportarsi come tale, cioè Potente, Misericordioso, Onnisciente, Onnipotente, Perdonatore, Generoso, Santo, etc…..

Seguire questo sentiero permette all’uomo di diminuire gli errori che portano pregiudizio verso il mondo che lo circonda quindi verso se stesso. In effetti, quello che l’uomo dà al mondo, gli torna indietro per se stesso e ai suoi figli.

Il Tempio del Sapere tenta di farci prendere coscienza che noi siamo la nostra propria guida e che tutti i mezzi per essere migliori e rendere migliore il mondo sono a nostra disposizione. La scuola ci aiuta a capire i meccanismi che portano la sofferenza nell’uomo e allo stesso tempo imparare a controllare e padroneggiare questi meccanismi.

L’uomo è il solo essere capace d’incarnare la saggezza e coltivare l’armonia e l’equilibrio su questa terra.

Il Tempio del Sapere, attraverso la sua guida dello spirito, dona dell’aiuto a colui che desidera la verità al posto della menzogna, la pace al posto della guerra, la giustizia al posto dell’ingiustizia e la bontà al posto del male.

Insegnamento dispensato dalla guida del “ TEMPIO DEL SAPERE “ Cheikh Baba Sy architetto della Mari’fa