Messaggio Di Pace 21-10-2014

 

 

Messaggio di pace

 

In nome di Dio, Clemente e Misericordioso. Pace! Per mezzo di questa parola piena di senso che simbolizza la fede in Lui solo, nella fede e nella credenza in breve una vita, noi oggi ci leviamo per indirizzare questo messaggio che abbiamo a cuore all’umanità intera, di qualsiasi religione lei possa appartenere.
Noi vediamo che dei piccoli gruppi di persone malintenzionate, ai confini del disumano prendono l’Islam come ostaggio proclamandosi ferventi praticanti.
In realtà questi gruppi di “Terroristi” non sono altro che gente avida di potere, che vogliono nuocere all’umanità intera cercando solo di soddisfare i propri interessi personali caricando questo grave fardello sulle spalle dell’Islam una parola che rifiuta, in tutte le sue forme, qualsiasi atteggiamento violento, questo perché la parola nel suo significato arabo significa semplicemente Pace.
Come dunque possiamo noi musulmani del mondo restare senza reagire di fronte all’avanzata del terrorismo? D’altronde, la pratica del terrorismo non è stata mai utilizzata come espansione musulmana.
Il Profeta Mohammad (PSL) non è mai stato difensore della violenza, al contrario fu un uomo di pace che ha praticato il dialogo tra le diverse religioni nello stato di Medina, se aveva delle armi, fu solo per difesa.
Quindi noi pensiamo che la Oumah islamica deve alzarsi come un solo uomo contro questo gruppo d’individui bacato e abominabile. Noi facciamo appello a tutte le religioni a far fronte a questa realtà e vegliare sulle pratiche malsane di quest’individui che tentano di destabilizzare il mondo e creare delle guerre tra religioni che non hanno ragione di esistere nel contesto del mondo in cui viviamo e in quello evolutivo.
Questi sono i motivi per cui noi spingiamo i fratelli e sorelle musulmani a spendere fino all’ultima delle loro energie per far fronte a questa situazione.
Se un gruppo di persone dicono d’appartenere alla religione musulmana consacrandosi a delle azioni come: uccidere persone civili, militari o giornalisti e tutto questo caricandolo sulla schiena dell’Islam, noi diciamo: “NO!” Poiché anche noi reclamiamo l’Islam e l’Islam che viviamo e quello che ci allontana da ogni atto di violenza lìIslam che porta alla pace sociale.
È in questa ottica che noi chiamiamo l’umanità intera a guardare la vera immagine dell’Islam che non può essere fatta che di buone azioni.
Noi lanciamo questo messaggio per unire tutti i cuori e mostrare che la vera religione è quella dell’umano.
Ritroviamoci nelle buone azioni nel dialogo, nell’amore per il prossimo, del perdono, del donare e ricevere.

 

Cheikh Baba Sy l’Architetto della Marifà