Yeuk = Yéek

 

 

Yeuk = Yéek

Sentire

 

La Mahrifa, permette di conoscere il vero senso dell’esistenza.
In effetti, la Mahrifa permette di trasmettere il modo di vita di Dio nell’essere umano.
Pertanto Dio  attraverso il suo nome ed i suoi atti si è scoperto nell’uomo.
Questo significa che l’uomo è il riflesso di Dio e se non riflette quello che è in lui, Dio non sarà visibile nè visto.
Partendo da questo presupposto, l’uomo è l’essere che deve esteriorizzare il Divino, poiché è stato creato a Sua immagine.

Nel momento in cui il corpo è insano, la santità dello spirito non è confermata.
Nel momento in cui il corpo è insudiciato dai suoi atti, la purezza dell’anima non è testimoniata.
Nel momento in cui la lampada è ricoperta di polvere, la luce non è avvertita.
Nel momento in cui l’automobile è danneggiata, l’autista non può andare in nessun posto.

In altre parole, il contenitore è responsabile della visibilità del suo contenuto.

In effetti se l’uomo, al posto di oscurare il suo essere con il desiderio e il conseguimento del bene materiale, purifica il suo essere trasmette l’illuminazione Divina.

In questo mondo, i gruppi d’individui si differenziano tra loro a seconda dei loro desideri perché sono proprio questi che influenzano il modo di vivere scelto da ciascun soggetto.

Esempio: i calciatori sono spinti dal desiderio di giocare, gli automobilisti dal desiderio di guidare, i cantanti dal desiderio di cantare, gli scrittori dal desiderio di scrivere, gli ubriaconi dal desiderio di bere, i Sufi dal desiderio di Dio……

Nonostante le divergenze dei vari gruppi e indipendentemente dai loro desideri, se tu domandi:

1. Chi vuole conoscersi veramente con l’intento di avere la pace?
2. Chi vuole essere libero senza alcun obbligo?
3. Chi vuole essere giusto, incarnare il bene ed essere sempre sulla retta via?

Certamente tutto il mondo alzerebbe la mano.

Quindi se Dio ti ha dato la possibilità di appartenere al gruppo al quale tutto il mondo desidera appartenere, tu devi ogni giorno e più volte il giorno lodare e ringraziare il Signore.

Indubbiamente tutti gli individui hanno bisogno di appartenere al migliore dei gruppi, ma forse non conoscono il modo per poterne far parte o forse non sono ancora pronti ad accettare quello che la via di Dio impone loro.

E’ provando ciò che proviamo che capiamo ciò che ci anima.
In altre parole è solo nel momento in cui la teoria è completata dalla pratica la realtà diventa visibile agli occhi di tutti.

Esempio: l’atto di mangiare soddisfa e illustra la fame, l’atto di bere soddisfa illustra la sete, l’atto di dormire soddisfa e illustra il sonno.

Allora che cos’è che soddisfa e illustra la voglia di Dio?
Evidentemente è l’atto di mettersi sempre sulla sua retta via ed essere sempre nella sua continua ricerca.
In questo modo tutto il mondo saprà chi è Dio ed in cosa il saperlo può essere utile alla comunità.

In questo modo tu hai provato ciò che provavi nel profondo del tuo profondo che è finalmente accettato dal mondo intero.

Insegnamento dispensato dalla guida del “TEMPIO DEL SAPERE” CHEIKH BABA SY architetto della Mahrifa.