Ziar Cheikh Baba Sy Guida spirituale 2016

 

 

Discorso della Guida Spirituale Cheikh Baba Sy durante la Ziare svoltasi nella città di Kaolak in Senegal

Diciamo che il terrorismo è un fenomeno è legato all’Islam in una maniera anomala.
L’islam è una religione di pace.
Per spiegare quello che fa di questa religione una religione di pace si deve procedere con l’analisi del soggetto che in questo caso è l’uomo.
Ci sono tre tipi di malattie che possono colpire l’uomo.
La prima è quella manifesta cioè quella che colpisce il corpo, che è curata in ospedale dai dottori.
La seconda è quella che può colpire la mente o lo spirito, che è curata da psicologi e psichiatri.
La terza è quella più grave quella che colpisce l’interiore cioè l’anima, per questa malattia la sola cura possibile è quella di volgersi a Iddio, perché solo Iddio è abilitato a curarla.
Iddio ha creato il mondo e ha inviato diversi messaggeri, come ad esempio Isacco, Ismaele, Mohammed che la pace sia su tutti loro.
Questi messaggeri o profeti sono i rappresentanti di questa pace che è l’Islam, sono l’anima dell’Islam.
Ora quest’anima si è introdotta in una macchina, facendone la sua dimora. Questa macchina non è altro che il corpo umano e di colpo le malattie di cui abbiamo parlato hanno iniziato a manifestarsi.
Il lasciarsi andare alla malattia dell’anima può condurre rapidamente al peccato.
Al contrario sposare la causa della pace cioè fare delle buone azioni, significa fare del proprio meglio per realizzare le raccomandazioni di Iddio quindi dell’ìIslam.
Per realizzare quello che Iddio vuole e essere perdonati dei peccati che abbiamo compiuto nel passato si devono recitare le preghiere giornaliere e ad ogni preghiera aggiungerne una.
Ad esempio prima della preghiera del mattino si devono recitare quattro rakà e poi recitare la preghiera e subito dopo implorare il perdono d’Iddio.
Questo modo di pregare ci permette di evitare gli atti illeciti e avvicinarci a quelli leciti e così aumentare la fede e la speranza.
I quattro rakà sopra citatati si dividono in due parti, quello che si rivolge all’esterno e quello che si rivolge all’interiore.
Quindi partendo da questo concetto, l’uomo non deve:
1. Guardare con i propri occhi cose cattive.
2. Ascoltare con le proprie orecchie parole cattive.
3. Non deve mai rubare
4. Non deve essere orgoglioso.
5. Non deve credersi superiore agli altri.
deve:
1. Evitare di proferire menzogne con le proprie parole.
2. Evitare di spendere i propri averi per cose inutili.
3. Deve, se non è sposato, astenersi dal fare sesso.
4. Deve prima di agire chiedere consiglio.

Ecco i numerosi comportamenti negativi che l’uomo deve evitare, perché essi fanno parte del potere di cui la vita sociale, il bel mondo, i divertimenti, la frivolezza, la vanità e la futilità sono solo alcune delle negatività quando si ha un amore eccessivo per il potere.
Per evitare di cadere nel dominio delle tentazioni ci si deve affidare a una vera guida in grado di donare ai suoi discepoli gli utensili per curare le malattie del corpo, dello spirito e dell’anima, la guida deve essere in grado di cambiare l’inclinazione negativa del discepolo in attitudini positive.
Da parte sua, il discepolo deve considerare la guida come il principale medico del suo corpo, del suo spirito e della propria anima.
Il discepolo deve avere la forza di voltare le spalle a tutte le azioni cattive dirigendo il suo essere verso il bene esattamente come un’automobilista che sa condurre bene la sua vettura e conosce bene il comportamento che deve avere quando guida.
Il discepolo deve considerare le preghiere fatte in precedenza come un capitale depositato in una banca che darà con il tempo il suo guadagno elevato.
Quindi possiamo capire che ricordarsi e chiamare Iddio in ogni istante della nostra vita sia una cosa indispensabile e utile alla guarigione.
Un discepolo che seguirà tutti questi principi non sarà mai in grado di lanciare una pietra contro qualcuno, sparare contro un altro individuo e tanto meno farsi esplodere uccidendo uomini, donne, anziani e bambini innocenti.
Egli non potrà mai divenire un terrorista.
La religione islamica è la religione della pace.
Noi preghiamo che la missione di Cheikh Baba Sy possa essere piena di felicità che Iddio benedica lui, la sua famiglia, i suoi discepoli e tutte le persone pie che cercano d’imitare il suo esempio.